Logo ASEE

ARCHIVIO STORICO DELLE ECONOMISTE E DEGLI ECONOMISTI

Guida archivistica alle carte e alle corrispondenze degli economisti italiani


ARCHIVIO STORICO DELLE ECONOMISTE E DEGLI ECONOMISTI









Dell'archivio Luigi Bodio presso la Direzione generale della statistica si sono perse le tracce. La biblioteca del Bodio è invece conservata presso l'università "L. Bocconi" di Milano.


Opera Saggio sul commercio esterno terrestre e marittimo del regno d'Italia negli anni 1862 e 1863  

Firenze, Tipografia di G. Barbera (1865)


Articolo BODIO, L. (1898). Corrispondenza: Sulle tavole di sopravivenza della popolazione italiana. Giornale Degli Economisti, 16 (Anno 9), 284-287.

Link: http://www.jstor.org/stable/23220563

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui commenta gli "Elementi di statistica italiana" di L. Guala: "Non si tratta di plagio, ma del furto il più sfacciato".

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui dimostra apprezzamento per l'articolo sull'opera di Boccardo, inviato a Treves per la pubblicazione sul "Mondo illustrato", invia notizie sulle lezioni di Luzzatti sulle classi operaie e annuncia la pubblicazione di un Annuario di Statistica per il 1869, con contributi di Luzzatti ed Enrico Fano.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui ringrazia per la collaborazione all'Annuario di Statistica, con articoli su emigrazioni, società di assicurazione marittima e mutue, da pubblicare per ottobre, e fornisce notizie sulla mancata pubblicazione di un lavoro sul giornale di Luzzatti e sulla mancanza di notizie da Fano. Inoltre ricorda la stima del fu prof. Cettuzzi nei confronti Virgilio.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui invia un estratto da un rapporto presentato dalla direzione della Scuola di Commercio circa l'ordinamento di quattro scuole simili di Anversa, Amsterdam, Vienna e Trieste, riguardante l'insegnamento merceologico. Il resto del rapporto sarà pubblicato in opuscolo, con altri documenti sulla scuola di Venezia. Inoltre esprime rinrescimento per il mancato viaggio a Genova e si congratula per il premio per l'insegnamento.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui invia notizie sull'Annuario di Statistica e sulla pubblicazione dell'"Archivio di Statistica". Inoltre lamenta la mancanza di un testo di Statistica: "Volontieri metterei mano a compilarmene uno, ma allora mancano i materiali sulle industrie, se non si vogliono rifriggere gli antichi dati che difettavano di ogni carattere di autenticità... Fra poco uscirà una statistica dei salari e dei prezzi in Italia con riscontri storici e con notizie di statistica comparata".

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui fornisce notizie sull'indicazione dei giorni piovosi nella statistica, anche se gli studi metereologici forniscono un'idea della climatologia generale del paese. "L'"Annuario" vuol essere un prontuario di notizie ben riscontrate (quand'è possibile) e che rappresenti l'attività di tutte le amministrazioni dello Stato, e possibilmente di tutte le condizioni economiche del paese", e le notizie fondamentali saranno ripetute in ogni volume, sul modello degli annuari belga, austriaco, prussiano. Inoltre spiega notizie relative alla Marina e sulle professioni

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui fornisce notizie sui lenti progressi dell'"Annuario" e manifesta apprezzamento per i lavori dei suoi studenti.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui manifesta apprezzamento per i lavori degli studenti di studi statistici e di economia sociale.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui fornisce osservazioni sulle contraddizioni tra le cifre della statistica del commercio speciale e quelle del movimento commerciale.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgili

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgili in cui manifesta la speranza che il lavoro in preparazione sulle statistiche dell'Uruguay possa comparire come articolo sugli "Annali universali di statistica" o sull'"Archivio di statistica"

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui fornisce notizie delle bozze del volume sulla statistica dell'emigrazione del 1884, prestate dal prof. Issel al prof. Virgilio.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui annuncia studi di statistica molto estesi sull'emigrazione: "Ho bisogno di sapere quanto paga un emigrante, come minimum, per il viaggio fino a Buenos Aires o fino a Montevideo".

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo con cui richiede l'interessamento per l'invio da parte degli uffici comunali delle informazioni sulle condizioni edilizie, non ancora pervenute per Genova.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio con cui chiede notizie delle statistiche sull'emigrazione dai porti italiani, con i passeggeri divisi in terza, seconda e prima classe.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio con cui invia una copia di lettera del prefetto di Genova sull'imbarco di passeggeri per l'estero.

Scheda del documento  

Documento Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio

Lettera di Luigi Bodio a Jacopo Virgilio in cui fornisce notizie dei dati sulla produzione di cotone. "Né Ellena, né io, né Miroglio, né Siernoni, non siamo gente che si offenda dal farci rilevare gli errori". Le cifre del commercio si discostano per errori di somma; sono stati richiesti chiarimenti alla Direzione delle Gabelle.

Scheda del documento  

Documento Corrispondenza: Vilfredo Pareto a Luigi Bodio (29-07-1913)

Lettera di Pareto a Luigi Bodio, spedita da Céligny il 29 luglio 1913, con cui risponde ad alcuni quesiti relativamente al concetto di bilancio di commercio di uno Stato, affrontando nel contempo altri concetti economici, quale ad esempio la differenza fra prezzi effettivi e nominali. L'originale della missiva si trova presso il Fondo Luigi Bodio della sala manoscritti della Biblioteca Nazionale Braidense di Milano.

Scheda del documento  

Documento Giudizi sugli scritti di Salandra

Stringher commenta positivamente le opere di Salandra da lui lette. In particolare esprime giudizi favorevoli sullo "scritto su la progressione dei bilanci negli Stati moderni", che gli ricorda la prolusione accademica pronunciata da Salandra in seduta di laurea nel 1879, alla quale Stringher aveva assistito con Bodio Luigi.

Scheda del documento  

Documento Lettera a Michele Amari

Ferrara informa della nomina di Carraro in sostituzione di Luigi Bodio. Chiede la restituzione di alcuni libri che aveva prestato al defunto Emerico Amari e informa della preparazione di un nuovo trattato di economia politica.

Scheda del documento  

Documento Su di un articolo per la "Nuova Antologia"

Bodio propone di scrivere un articolo sulla "Nuova Antologia" riguardante il congresso internazionale di statistica tenutosi all'Aja nel 1869.

Scheda del documento  

Documento A proposito di statistica

Scrive Bodio: "E' morto Quetelet, come sapete, volete che vi faccia 15 pagine o 20 di stampa per l'Antologia, per dire dell'indirizzo da lui dato alla statistica in Europa, e degli studi di statistica generale e teoretica e dell'antropometria in Italia?". Alcune opere di Alphonse Quetelet, matematico e astronomo belga, furono pubblicate nella "Biblioteca dell'Economista", vedi nota bibliografica.

Scheda del documento  

Documento Su di un articolo di Ferrara

Scrive Bodio: "...vidi l'ultimo articolo di Ferrara. Splendido come sempre. La voce "libertà" perchè non si deve lasciare sentire? Risponda chi vuole. Noi siamo professori di Economia Politica e ce ne teniamo e siamo in buona compagnia". Probabilmente si riferisce all'articolo "La questione de' banchi in Italia", vedi nota bibliografica.

Scheda del documento  

Documento Sulla costituzione di un'associazione di economia

Scrive Bodio: "...Sentii dire che si è costituita costì in Firenze una Associazione italiana di Economia Politica di cui sarebbe presidente il conte Arrivabene e lei, professore, segretario perpetuo. Se una tale società intende essere italiana e se sarà numerosa di voci, potrei ancor io aspirare all'onore di farne parte?...". Sulla storia di questa società cfr. P. Asso,

Scheda del documento  

Documento A proposito di una memoria trattante un tema economico

"Il Sig. V. Pareto, uno dei collaboratori del giornale l'Economista di Firenze, avendo letto la mia memoria sugli indici misuratori del movimento economico in Italia mi scrive che desidererebbe parlarne nella "Nuova Antologia", ma che avrebbe piacere di essere prima assicurato di non avere un rifiuto; ciò forse perchè egli è liberista dichiarato. Posso aggiungere questa circostanza che veramente fa onore al Sig. Pareto, che egli è collaboratore del "Journal des économistes" di Parigi diretto da Molinari...".

Scheda del documento  

Documento Sulla pubblicazione di un articolo

Bodio propone di pubblicare sulla "Nuova Antologia" un articolo dello Sbrojavacca sulla riforma delle imposte comunali.

Scheda del documento  

Documento A proposito di statistica

Bodio lamenta l'assenza di pubblicazioni in materia statistica sulla "Nuova Antologia" ed esprime i motivi per cui è importante avere articoli su tale argomento.

Scheda del documento  

Documento Su di alcune proposte

Scrive Ferrara: "...Vi sarebbero due argomenti da articolo di fondo: Marx (di cui ho ricevuto l'opera tradotta) e Sbarbaro col suo volumone contro Gioberti e incidentalmente contro di me... Per il Bollettino, Parte economica, non Le converrebbe Bodio?".

Scheda del documento  

Documento Sui bilanci provinciali

Bodio invia una copia dell'estratto della "Gazzetta Ufficiale del Regno" contenente le tavole sommarie della statistica dei bilanci provinciali per l'anno 1890 a Cambray Digny.

Scheda del documento  

Documento Prodotti agrari

Bodio rimanda a Cambray Digny le bozze, dove ha fatto qualche correzione ai dati sul valore dei prodotti agrari. Parla, poi, delle importazioni ed esportazioni italiane.

Scheda del documento  

Documento Sulla produzione agraria

Bodio rimanda a Cambray Digny le cartelle rivedute, presentandogli varie osservazioni. Si sofferma sulla produzione agraria.

Scheda del documento  

Documento Sulle ferrovie

Bodio invia a Cambray Digny la copia di una relazione ampliata rispetto alla prima, dove c'è un capitolo sulle ferrovie.

Scheda del documento  

Documento Su di uno scritto

Bodio scrive a Cambray Digny di aver letto il suo scritto nella "Antologia" sulla bilancia del commercio.

Scheda del documento  

Documento Sulla proprietà fondiaria ferroviaria

Bodio invia a Cambray Digny il programma del congresso sulla proprietà fondiaria ferroviaria, che si terrà a Parigi il 17 ottobre. Ha pensato di mandarlo anche al presidente della Cassa di Risparmio di Milano.

Scheda del documento  

Documento Sul catasto italiano

Memoria sul catasto italiano da consegnare a Bodio, qualora incontri l'approvazione di Cambray Digny.

Scheda del documento  

Documento Sulla situazione economica dell'Italia

Lettera di Bodio probabilmente diretta a Cucheval Clarigny. Ha avuto informazione da Bodio che un articolo di Cambray Digny sulla situazione economica dell'Italia è stato promesso a Buloz per la pubblicazione sulla "Revue des deux mondes". Lettera in francese.

Scheda del documento  

Documento Ringraziamento per supervisione su un proprio lavoro

Levasseur ha spedito a Bodio le parti corrette tenendo conto di tutte le osservazioni di Messedaglia. E' tranquillo sapendo che le sue idee sono state verificate da uno dei maggiori studiosi di statistica.

Scheda del documento  

Documento Sulla permanenza in Argentina

Ha viaggiato al sud e al nord, per raccogliere dati e rendersi conto dal vivo di "quei veri monumenti di gloria e di lavoro nazionale che costituiscono le nostre colonie". Avendo saputo attraverso i giornali che l'on. Bodio sarà nominato direttore generale del nuovo ufficio sull'emigrazione chiede di essere 'raccomandato': "i miei studi ed i miei viaggi troverebbero un campo utile in quell'ambiente".

Scheda del documento  

Documento Tariffe ferroviarie

Bodio presenta due fotografie di stereogrammi (rappresentazioni solide) atti a figurare la tariffa speciale dei trasporti di derrate alimentari delle ferrovie dell'Alta Italia, accompagnate da una breve memoria esplicativa dell'ing. Perozzo. Una prima applicazione di tale sistema fu fatta sul movimento della popolazione e ora l'ing. Perozzo tenta di applicare tale metodo ai fenomeni economici e in particolare ai trasporti ferroviari. Tuttavia le relazioni annuali statistiche sulla costruzione e sull'esercizio delle ferrovie italiane non contengono né per le singole reti, né per il complesso delle ferrovie del Regno la classificazione sia del numero delle spedizioni per carico sia per distanza. Simili quadri statistici gioverebbero molto per la risoluzione delle questioni legate alle tariffe. L'autore si è perciò limitato a dare la rappresentazione del costo secondo la tariffa suddetta. Aspetta il parere di Messedaglia in proposito.

Scheda del documento  

Documento Incarico a Ferraris

Bodio scrive che il Ministro Coppino lo informa che gli incarichi per il nuovo anno accademico sono stati già rinnovati: così il Ferraris è confermato per un anno nell'incarico dell'insegnamento della Statistica.

Scheda del documento  

Documento Istituto Internazionale di Statistica

Bodio scrive che durante la prima seduta ha presentato i saluti da parte di Correnti e di Messedaglia "the two highest illustration of the statistical science in Italy" e riporta il discorso tenuto. Nell'ultima seduta del Consiglio si è fondata un'associazione libera, privata, internazionale di statistica col nome di "Istituto internazionale di statistica" composta da tre categorie di soci. Per l'Italia furono eletti: soci effettivi: Correnti, Messedaglia, Dodi, Luzzatti, Ellena, Ferraris; soci onorari: Magliani, Lampertico, Boccardo; associati Perozzo. L'Istituto è destinato a rappresentare un'autorità morale e scientifica additando agli uffici statistici i desiderata della scienza.

Scheda del documento  

Documento Invio relazione

Bodio invia le bozze della relazione del Presidente della Commissione per la statistica giudiziaria, per il Ministro di Grazia e Giustizia, perché la esamini e la renda con le osservazioni.

Scheda del documento  

Documento Notizie sull'Abissinia

Bodio spiega che durante le seduta della Società geografica l'on. Ragazzi, reduce dallo Scioà, ha supposto che l'Abissinia possa avere una popolazione di circa 8 milioni di abitanti, potendo disporre di un esercito di 150.000 armati, mentre lo Scioà da 80 a 90.000. Secondo Bodio la popolazione dovrebbe essere molto minore rispetto a quella supposta dall'on. Ragazzi. Allega "Note sulla superficie e sulla popolazione dell'Etiopia" (dell'Abissinia e dello Scioà) raccolte dal lavoro di E. Levasseur, vedi nota bibliografica.

Scheda del documento  

Documento Monte Pensioni

Perozzo invia a Bodio, da trasmettere a Messedaglia, delle note sull'Ufficio ed il programma dei lavori da farsi per il Monte delle Pensioni dei maestri elementari. Da esso si desume come non sia possibile disfarsi dell'Ufficio lasciando due ingegneri (Manconi e Rainaldi) alle dipendenze del Gabinetto e con tutto l'interesse ad andarsene. Allega inoltre il quadro delle spese da confrontarsi con le pubblicazioni del Monte e della Cassa di Genova. Il senatore Brioschi si sta interessando alle sorti dell'Ufficio e se anche Messedaglia volesse rivolgersi al Ministro Giolitti l'Ufficio potrebbe ancora restare: "Io prenderei parola di non parlare mai né di Magliani, né delle Casse Pensioni Civili o militari".

Scheda del documento  

Documento Monte pensioni

Perozzo, accanto alle due note relative all'Ufficio tecnico trasmesse da Bodio, aggiunge ulteriori osservazioni circa l'importanza di mantenerlo in vita e di non trasferire lui alle Finanze. Se l'ufficio venisse sciolto i due ingegneri Manconi e Rainaldi dovrebbero passare alla dipendenza di qualche altra divisione del Debito Pubblico o della Cassa Depositi e Prestiti, "ma nessuno di questi ha studi speciali di statistica e di calcoli delle assicurazioni". Inoltre lui si occupa di statistica matematica da 12 anni mentre soltanto da 5 di finanza.

Scheda del documento  

Documento Statistica giudiziaria in Italia

Bodio invia copia della memoria presentata all'Istituto Internazionale di statistica riunitosi a Parigi, sull'ordinamento della statistica giudiziaria in Italia, e sulle difficoltà nelle comparazioni internazionali sulla delinquenza.

Scheda del documento  

Documento Comparabilità statistiche penali

Bodio invia trascrizione di una memoria del dr. Starke (consigliere superiore al Ministero di Grazia e Giustizia a Berlino) sulla comparabilità delle statistiche penali che sarà pubblicata in tedesco nel "Bulletin de l'Institut international de statistique".

Scheda del documento  

Documento Biglietto di scuse

Pantaleoni si scusa per l'impossibilità d'intervenire alla cerimonia, che gli avrebbe permesso di incontrare antichi colleghi, ma gli impegni politici a Roma, come deputato del Parlamento, non gli permettevano di affrontare in quei giorni un viaggio a Bari. Propone però la pubblicazione del discorso del professor Bertolini sul "Giornale degli Economisti", qualora la Regia Scuola di Bari non avesse intenzione di dedicargli una pubblicazione a parte. Scrive a proposito del Ferrara: "Il Ferrara, come è accaduto a molti italiani dell'epoca sua, sebbene in ragione dell'operosità sua gigantesca abbia potuto lasciare quattro grandi volumi dovuti alla sua penna e altri scritti raccolti dal Bodio, pure, a cagione delle vicende della sua vita, e dei sacrifici che gli impose il problema politico, non può essere conosciuto interamente dalle opere date alle stampe. Non esiste, ad esempio, del Ferrara un trattato di Economia, sebbene per molti anni egli un trattato abbia svolto dalla cattedra. Egli stesso affermava di averne scritto uno, e di lasciarlo, per il giorno di sua morte, a sua moglie in un manoscritto. Nulla si è trovato. Il suo trattato è quindi tutto nei quaderni degli scolari che egli ebbe e di questi uno dei più diligenti e intelligenti è stato il Bertolini. Io stesso non posseggo del Ferrara altro trattato all'infuori di un volume manoscritto del professor Bertolini, da lui regalatomi".

Scheda del documento